VISIONE N. 15

 

 

 

Altalenava morbido nel buio
con densa nube d'amaranto intorno
striando fili d'oro in rifrazione
extraterrestre in navigazione.
VelocitÓ crociera rotta RAM
volo ricognizione ZERO-FIRE-NIGHT
friabili e croccanti flashes-files
oltrepassando il globo
beata avanscoperta d'altri mondi.
Scans˛ galassie piccole e nervose
le lunghe scie di due comete
abbarbicate al cerchio di Saturno
poi, con repentina e fluida inversione
s'immerse in un cunicolo spazioso
custode-serafino di vile gas nervino,
briosamente, starnutendo rosso,
s'incune˛ nelle prossimitÓ di un profondo fosso.
La singolare specie in movimento
portava un occhio come Polifemo,
elettrico blu intenso senza freno,
con generose labbra maculate
vibrava sibilando verso raro
accompagnando quell'invertebrare
di corpo astratto e lieve
dal prisma inverosimilmente verde-azzurro
una bellezza rara da oscurare il sole.
Poi, s'imbattŔ in una rosa rosa deliziosa
protetta da farfalla dall'ali portentose,
la commozione lo colse alla sprovvista
e fece marcia indietro per ritrovare quel pianeta
impropriamente denominato terra.