Sei ancora in tempo

 

Sei ancora in tempo a fare le valige.
Ritorna da dove sei venuto uomo.
Non ti vuole pi nessuno!
Il mondo stanco delle tue idiozie.
Della violenza che non addolora
perch il dolore
atrofizzato dall'orrore.
Arrogante come un pallone gonfiato.
Sei il fallimento pregresso
del progresso.
Stai asfissiando il pianeta
con il fetore
della falsa onnipotenza.
Il tuo decidere per gli altri,
poter clonare
corpi e cervelli umani
per l'ipermercato
dell'idiozia globale.
Molto pi onesti gli animali,
cacciatori per bisogno,
poco opportunisti,
innamorati veri.
Vattene su di un altro pianeta!
Potrai sedurre ancora creduloni.
La terra stanca,
vuole riposare,
vuole sentire
la musica del mare.
Un cielo terso
dove rispecchiare.
Vattene uomo!
Sei un signor nessuno,
il mondo stanco
dei privilegi
di un pugno di qualcuno.