QUANDO NON CI SARAI PIŁ

 

 

Quando non ci sarai pił

rimpiangerai le lunghe ore

che colmavano

il vuoto di grigi giorni.

 

Era comunque d'oro caldo

l'obliquo nastro di sole

che fendeva

l'animo tuo ibernato.

 

Ed era certamente vivo

il pianto tuo

quando brigavi

col mondo intorno.

 

Quando verrą il momento

che ti daranno il biglietto

per l'ignoto viaggio,

non permetterti il lusso di far scena:

 

 

 

 

 

ne lacrime, ne pianti, ne isterismi.

Ci sarą solo il cambio

della guardia.

 

Un'altro esisterą col sangue tuo,

carne della tua carne,

camminerą nell'esistenza grande

della vita.

 

E, come sempre,

Signora Morte,

s'annoierą ad aspettare ancora.