La tempesta

 

 

Sul molo infrange

la quiete sconfitta.

L’anima, apolide,

s’aggrappa alla zattera del nulla

cercando scampo

tra lampi d’orgoglio ferito.

Il boato del tuono giunge improvviso

illuminando il faro solitario

che s’erge al di sopra del mondo,

segreto inviolabile dell’ultima profezia.