GABBIANI

 

 

I pił gentili,

i pił fragili.

Forse i pił belli.

Candidi tra i candidi.

Senz'altro timidi,

comunque i pił liberi.

Ali leggere di salate solitudini.

Dignitosi,

per niente curiosi,

silenziosi.

Eppure chiacchierati,

molto chiacchierati.

Gabbiani,

stendardi bianchi,

quante parole per voi:

giovani esclamazioni,

omertą di sorrisi,

paragoni di tristezze.

Gabbiani,

spire levissime

in movimenti circolari,

l'uomo tace

e guarda pensoso

la semplice regalitą

del gioco.